Santoreggia

Santoreggia

È una pianta officinale dotata di molte proprietà, nota da secoli per la sua azione antisettica, antispasmodica, carminativa, espettorante. La santoreggia fa parte della famiglia delle Labiatae, e si distingue in due specie:
Satureja montana – pianta pluriennale cespugliosa, presenta un aroma intenso dai sentori di limone
Satureja hortensis – erbacea e annuale, piccola e dal colore meno intenso rispetto alla Satureja montana, un aroma delicato con sentori di origano
Entrambe sono molto utilizzate per le loro proprietà terapeutiche e aromatiche, uguali nelle due versioni.

Le proprietà della Santoreggia

Nella sua forma di olio essenziale di santoreggia, la pianta rende diverse proprietà antivirali e antibatteriche, dovute alle sostanze in essa contenute: eugenolo, carvacrolo, timolo.
L’olio viene consigliato in casi di raffreddori ed influenza, anche per la presenza di vitamine e sali minerali (calcio, potassio, sodio, fosforo, ferro, rame, manganese, magnesio, zinco, e selenio). Altre sostanze contenute nella santoreggia sono spesso adoperate nella profumeria per le loro proprietà aromatiche: la limonene, canfene cimene, e mircene. In cosmetica si impiega la santoreggia anche per l’impacco di foglie sminuzzate dall’azione astringente e antisettica per le pelli impure e anche frizionato sui capelli. La santoreggia aggiunta nell’acqua del bagno tonifica, purifica e deodora il corpo. In particolare, viene usata nel pediluvio per eliminare il gonfiore delle caviglie.
Come condimento fresco, la santoreggia è nota per la sua proprietà digestiva e, specie il suo infuso dal potere antibiotico, facilita la digeribilità delle carni frollate nell’intestino più delicato le carni frollate. Di solito le foglie, raccolte prima della fioritura, vengono conservate in mazzetti e sminuzzate in tavola.
L’infuso favorisce anche la scomparsa dei dolori gastrici nervosi e la fermentazione intestinale, contrasta vomito e meteorismo. Per preparare l’infuso di santoreggia è necessario far bollire uno o due cucchiai in acqua, che andranno consumati una volta al giorno, prima dei pasti.
L’olio essenziale di santoreggia è utilizzato in campo alimentare nella preparazione delle bevande alcoliche per aromatizzare i liquori, noto come ingrediente del vermouth.

La Santoreggia in cucina

La santoreggia è caratterizzata da un sapore pungente quasi piccante, molto simile a quello del timo. Insaporisce carni bianche, uova, verdure cotte o crude, frittate, minestra selvaggina, risotti o legumi come fave fagioli lenticchie piselli eccetera e legumi. Le pietanze ne traggono vantaggio per il sapore, ma anche perché ne aumenta la digeribilità.

LA RICETTA – RISOTTO CON SANTOREGGIA E MELANZANE

  • Ingredienti per 4 persone
  • 300 g di riso
  • due cipolle piccole
  • due melanzane tonde piccole
  • due spicchi d’aglio
  • 4 rametti di santoreggia
  • una noce di burro
  • brodo vegetale o di carne
  • olio

Preparazione
Portate ad ebollizione un litro d’acqua con un dado vegetale o di carne, per la preparazione del brodo lavate le melanzane, asciugatele e mettetele in forno con la buccia per circa 30 minuti a 160° finché, infilzandole con una forchetta, risultino morbide.
Togliete dal forno le melanzane pelatele, la buccia si togliere molto facilmente. con un cucchiaio passate la polpa in un colino e setacciatela finché la polpa diventerà una purea soffice – i semi rimarranno nel colino. Tritate, intanto, le cipolle molto finemente e fatele soffriggere insieme a spicchi d’aglio con dell’olio. Dopo 2-3 minuti versate il riso e fatelo tostare per circa un minuto. Iniziate ad aggiungere il brodo man mano che riso si addensa a fine cottura. Aggiungete la purea di melanzane, poi le foglioline di santoreggia, mantecate con il burro e poi servite.

I Nostri Contatti

indirizzo

FIORIDELLEDOLOMITI
Via Fratte, 1 - 38057 Pergine Valsugana (TN)

Orari

Lun-Ven: 08:00-12:00/14:00-18:00
Sab: 08.00-12.00
Domenica: Chiuso

Contatti

tel. +39 0461.532094
fax. +39 0461.531747
info@fioridelledolomiti.it

indirizzo

FIORIDELLEDOLOMITI
Località Ischia, Romagnano (TN)

Orari

Lun-Ven: 08:00-12:00/14:00–18:00
Sabato – Domenica chiuso

Contatti

tel. +39 0461.347046
fax. +39 0461.347368
info@fioridelledolomiti.it