La storia delle rose

La storia delle rose

Circa 150 anni fa non esistevano rose gialle, arancioni o dal colore ramato. Tutti pensano che le rose siano da sempre bianche, rosa e rosse, o in combinazioni distinte di questi colori. Esistevano diverse forme di fiori, dalla rosette piatte ai globi densi. Molto poco comuni erano i fiori con petali che sembravano essere divisi in quattro parti, di cui un buon esempio è la rosa ‘Mme Hardy’. Ma esistevano anche piccoli “pon pon” e fiori dalla forma a scodella davvero grande: molte specie cambiavano colore durante la fioritura. Oggi come oggi vi è nuovamente grande interesse nei fiori a colori striati o fiammeggianti: la ‘Versicolor’, chiamata anche ‘Rosa Mundi’, ne è un buon esempio. Tutte queste rose storiche una volta così popolari hanno una cosa in comune: un profumo dolce o speziato stupendo.

Le rose “inglesi”

È stato l’innovatore David Austin, la persona che nell’ultimo secolo ha incrociato molte delle caratteristiche delle “vecchie” rose con quelle “nuove”. Il risultato è una magnifica serie di rose differenti con molte delle “vecchie” caratteristiche, ma forti come le nuove specie. Ne esistono ora a dozzine, come la ‘Abraham Darby’ di color albicocca, la rosa ‘Constance Spry’, la famosa nuova ‘Héritage’ (rosa pallido) e la ‘The Wife of Bath’, dal rosa caldo. Tutte loro hanno un profumo delizioso.

Le origini delle rose

Tutte le rose da giardino provengono dai vivai. Molte sono state innestate e allevate e a volte differiscono notevolmente dalle specie selvatiche da cui derivano. Ne esistono più di cento e tutte provengono dall’emisfero nord. L’Europa è un’importante regione di rose, con quasi cinquanta varietà di rose selvatiche. Ma le rose selvatiche sono presenti anche in Nord Africa, Nord America (non più a sud del Messico), nel vicino e medio Oriente, in Russia, in Cina e in Giappone.

Coltivate fin da tempi lontani

Le rose vengono coltivate da almeno 5000 anni. La loro coltivazione potrebbe essere iniziata nella Valle dell’Indo o in Cina. Ad ogni modo, gli antichi Persiani producevano olio di rose con i loro petali e addirittura i più antichi libri cinesi fanno riferimento a questi fiori. I Greci introdussero la coltivazione persiana delle rose ai Romani che si infatuarono delle rose e le coltivarono con passione. Le più antiche rose europee sono nate proprio da queste coltivazioni romane, ma più tardi alla coltivazione delle rose venne dato nuovo impulso quando i re europei scoprirono altre rose durante il periodo delle Crociate in Palestina e le portarono a casa. Come risultato l’olio di rose fu prodotto vicino a Parigi già ai primi del XIII secolo.

Giardini di rose e collezioni

La collezione nazionale di rose in Olanda ha creato il giardino di rose per eccellenza a Lottum, il villaggio delle rose. Qui puoi vedere e trovare tutto sulle rose. In Olanda esistono quattro giardini di rose dove questi fiori vengono testati: il Westbroekpark all’Aia, il Boskoop Rosarium, Rosarium Winschoten e Kasteeltuinen Arcen. A Lottum sono state raggruppate tutte le rose che hanno vinto il titolo di rose eccellenti (TOP Rose).

Se stai cercando le rose migliori, le puoi trovare tra le rose che hanno vinto il titolo di “top rose”. Queste rose sono state sottoposte ad anni di controlli e vengono periodicamente ricontrollate su una grande quantità di caratteristiche. Puoi trovare la lista più aggiornata digitando in internet “top rose”. Se scegli una o più rose da questa lista, puoi essere sicuro che saranno forti, fioriranno abbondantemente e vi daranno piacere per molti anni a venire.

I Nostri Contatti

indirizzo

FIORIDELLEDOLOMITI
Via Fratte, 1 - 38057 Pergine Valsugana (TN)

Orari

Lun-Ven: 08:00-12:00/14:00-18:00
Sab: 08.00-12.00
Domenica: Chiuso

Contatti

tel. +39 0461.532094
fax. +39 0461.531747
info@fioridelledolomiti.it

indirizzo

FIORIDELLEDOLOMITI
Località Ischia, Romagnano (TN)

Orari

Lun-Ven: 08:00-12:00/14:00–18:00
Sabato – Domenica chiuso

Contatti

tel. +39 0461.347046
fax. +39 0461.347368
info@fioridelledolomiti.it