Conifere

Conifere

ALCUNI CONSIGLI PER LA PIANTAGIONE E LA CURA DELLE CONIFERE

PIANTAGIONE

Fare una buca avente un diametro di 0,60-1 m e una profondità di 0,50-0,70 m, a seconda delle dimensioni della pianta da porre a dimora. Sconsigliamo di incorporare letame o concime al momento della piantagione. Se si piantano soggetti di grandi dimensioni o se la zolla è troppo piccola, occorre prevedere un tutoraggio, soprattutto se si pianta in zona soggetta ai venti. Questa tutorazione si farò in modo obliquo. Per la posa del legaccio che fissa il tutore al tronco, prendere le stesse precauzioni suggerite per la piantagione degli alberi. Per ottenere una migliore colorazione, è consigliabile incorporare della torba o dei terriccio alla terra di riempimento della buca. Fare attenzione a non interrare troppo la zolla, la parte superiore di quest’ultima dovrà risultare situata a non più di 5-6 cm dal livello del terreno. Calcare leggermente con un piede senza danneggiare la zolla e formare una catinella per le innaffiate. Annaffiare copiosamente (z5-30 litri d’acqua). L’innaffiatura completerà l’assestamento del terreno. Quando si pianta una conifera non bisogna mai eseguire tagli né alle radici né al fogliame.

Conifere con zolla

Se la zolla è secca immergerla per qualche minuto in acqua, calarla nella buca alla giusta profondità, come già detto prima, togliere l’involucro messo a protezione della zolla, distenderlo sul fondo della buca e procedere al riempimento.

Conifere in contenitore

Levare il contenitore. Se la zolla si è staccata con una certa difficoltà, prima di calarla nella buca, immergerla nell’acqua per qualche minuto.

CONCIMAZIONE

Le conifere sono piante poco esigenti. Tuttavia, se il terreno è povero, apportare di tanto in tanto una concimazione con il concime adatto che il vostro fornitore saprà indicarvi.

POTATURE

Si rendono necessarie raramente, a parte il caso delle conifere impiegate per siepi. Tuttavia è consigliabile potare leggermente i Cupressocyparis, i Cupressus, gli Juniperus e le Thuja per conservare loro una forma regolare. Certe conifere hanno la tendenza a formare più assi principali verticali (punte). È necessaria conservarne una sola, la più vigorosa.

TRATTAMENTI

Sano praticamente inutili nelle conifere; solo certe varietà sono soggette ad attacchi di ragno rosso (apparizione di macchie brune sul fogliame che poi cade). Particolarmente soggetti a questi attacchi sono: il Chamaecyparis lassonnai “Ellissoidi” il Chamaecyparis pisifera “Boulevard”, lo Juniperus squamata “Meyeri”, lo Juniperus squamata “Blue Carpet; il Picea glauca “Conica”.

Esempio di piantagione di una conifera con zolla

consigli_07
consigli_08
consigli_09

consigli_10

 

Esempi di tutorazione di una conifera di grandi dimensioni: in entrambi i casi il tutore è fissato obliquamente per non danneggiare la zolla.

consigli_06

I Nostri Contatti

indirizzo

FIORIDELLEDOLOMITI
Via Fratte, 1 - 38057 Pergine Valsugana (TN)

Orari

Lun-Ven: 08:00-12:00/14:00-18:00
Sab: 08.00-12.00
Domenica: Chiuso

Contatti

tel. +39 0461.532094
fax. +39 0461.531747
info@fioridelledolomiti.it

indirizzo

FIORIDELLEDOLOMITI
Località Ischia, Romagnano (TN)

Orari

Lun-Ven: 08:00-12:00/14:00–18:00
Sabato – Domenica chiuso

Contatti

tel. +39 0461.347046
fax. +39 0461.347368
info@fioridelledolomiti.it